Preparando l’olio da barba Silenòs

Un giorno tra le fronde dei lecci ho visto soffiare il vento, profumava di verde frizzante e smuoveva i rami e le foglie passando da un albero all’altro.
Il giorno dopo avrei dovuto tenere fede a un’agenda piena di appuntamenti, impegni e chili di sapone da preparare.

Tornato alla base ho deciso di preparare l’olio da barba Silenòs.
Ho preparato olio di vinaccioli spremuto a freddo, leggerissimo e restitutivo, per garantire il mantenimento di una buona idratazione alla pelle, mentre  l’olio di cocco scioglieva a bagnomaria a fuoco lento.
Appena liquefatto l’ho aggiunto perché potesse rinforzare il pelo e ammorbidirlo senza lucidarlo troppo.
Gli oli di riso e di canapa, antiossidanti e antinfiammatori, vengono versati a freddo per preservarne intatte le proprietà, utili per prevenire il prurito tipico della barba in crescita.

IMG_2412.jpg

credits: Alessandra Tommasi 2017

Oli essenziali purificanti di lavanda e pino, arancio che apre il respiro e resina di labdanum, dalle note erbacee ed ambrate che oltre a risultare molto utili a regolare l’eccesso di sebo, danno un profumo persistente ma allo stesso tempo discreto, che accompagna tra gli impegni della giornata tornando di tanto in tanto a farsi sentire, con la sua azione stimolante e tonica.

Un giorno tra le fronde dei lecci ho visto soffiare il vento, un alito l’ho messo in boccetta, per ricordarlo ovunque vada.

Addolcirsi-Febo e la primavera a fior di pelle

Prendi una giornata di marzo, con la voglia di primavera che preme da dentro e il sole che ancora fa fatica a farsi spazio tra le nuvole.
Una di quelle giornate luminose ma appesantite da un carico di faccende da sbrigare, o da qualche malumore difficile da smaltire.

In giornate come queste è importante ritagliarsi un momento per darsi una coccola, ritrovare il respiro e il proprio centro.
Delle volte basta davvero poco per dedicarsi piccoli gesti e attenzioni.

Scegliere con cura il sapone giusto, uno Scrub Cafè per massaggiare la pelle o un Sogno di Piuma per avvolgersi negli oli essenziali di lavanda e menta, sprigionati nell’acqua di un bagno caldo.
Abbandonarsi, scollegarsi da tutto, lasciare andare la foschia abbracciati dall’acqua per poi venirne fuori rinnovati, puliti, pronti a ripartire col piede giusto.

IMG_2325.jpg

credits: Alessandra Tommasi 2017

Bisogna ritrovare il sorriso e immaginarsi il sole che splende sopra le nubi, accarezzarsi con un tocco amorevole, dolce e luminoso, come quello di Febo, fatto di miele e calendule.

Già passare le dita sulla mousse è un atto di piacere, il calore dei polpastrelli scioglie i preziosi oli vegetali, un sentore di miele è presagio di gioia da portare sulla pelle ancora umida.
Un massaggio che inizia lento per stendere la crema è un’ottima occasione per volersi bene palmo a palmo, mentre la pelle si reidrata tornando morbida e strappando un sorriso, che è quasi voglia di mordersi.

Basta davvero poco per rendere la pelle morbida e lucente, pronta a fiorire di primavera.

Linea Febo – Tris lenitivo

Oggi voglio presentarvi la linea Febo al completo.

Febo, letteralmente ‘splendente’ è la personificazione della luce del sole, presiede all’arte e all’armonia in ogni sua forma, e proprio per questo ho voluto dedicare a lui i prodotti di questa linea, pensati per ri-armonizzare e riportare luce a quelle pelli aggredite dagli agenti atmosferici e bisognose di dolcezza.

Ho preparato una mouse corpo, una mousse viso e un balsamo per le labbra. Tutti sono caratterizzati dalla presenza del miele, prodotto in Salento da un giovane apicoltore, che ha proprietà idratanti e protettive, dall’olio di calendula lenitivo, un tocco di olio di canapa per sfiammare delicatamente le pelli arrossate, ma anche oli vegetali di vinaccioli, riso e ricino, fondamentali per idratare in profondità la pelle, riescono a penetrarla facilmente apportando nutrimento, ma allo stesso tempo creano un sottilissimo velo protettivo, grazie anche alla cera d’api pura, per difenderla da smog e agenti atmosferici.

febo completa.jpeg

La profumazione è ottenuta con un mix di vaniglia e arancio dolce, per rendere il momento dell’uso di queste creme una coccola dolcissima.

Ogni parte del corpo ha bisogno di essere trattata diversamente, così ho calibrato gli oli diversamente in ognuno dei tre prodotti.

il balsamo labbra si presenta duro, salvo sciogliersi al calore delle dita, per permettervi di prelevare una piccola quantità di prodotto. L’alta concentrazione di olio di ricino e cera d’api crea una barriera protettiva per questa zona esposta alle intemperie e particolarmente soggetta a secchezza. In questo modo gli oli di riso, calendula e canapa possono continuare a idratare le labbra per molto tempo dopo l’applicazione.

La mousse corpo è più morbida e facile da stendere ma comunque ricca di calendula, canapa e riso, per trattare la pelle di mani e corpo qualora si dovesse presentare secca o arrossata, ma anche come trattamento preventivo. La calendula è ricca di mucillagini che aiutano la pelle a non disperdere l’acqua, ma svolge anche azione lenitiva su pelli delicate, arrossate o esposte a fattori stressanti.

La mousse viso infine, è formulata con attenzione per garantire un rapido assorbimento, grazie all’alta concentrazione di olio di vinaccioli, calendula, riso e canapa, per idratare la pelle e nutrirla senza lasciare traccia. È l’ideale per trattare la pelle del viso per prevenire o lenire secchezza e screpolature, nutre la pelle lasciandola compatta e luminosa.

Come sempre dico, il momento in cui si stende una crema sulla pelle è un momento, per quanto fugace, di contatto con se stessi e il proprio corpo. È fondamentale mettersi in ascolto, dedicarsi attenzione. Spero che Febo possa essere un dolce compagno in questi momenti, uno spiraglio di dolcezza luminosa sempre pronto a irrompere nelle vostre giornate.

Mirodìa all’Econatale di Zollino

Sabato 10 e domenica 11 dicembre, sarò al Mercatino Econatale. L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Laboratorio Urbano Salento km0 – To kalò Fai, con Mana Grika e con l’Associazione Philos che gestisce il progetto SPRAR Kalos Irtate. Teatro, agricoltura, semina collettiva, produzioni a km0 e la possibilità di risalutarci!

Sarà la prima ‘uscita ufficiale’ per le nuove linee Febo, Chloris e Silenòs, quindi ho pensato di invitarvi tutti a venire ad annusare, spalmare e sentire le nuove mousse viso e corpo, gli oli e le cere.

 

Sopra vedete il programma completo, per l’evento Facebook invece basta cliccare QUI.

 

Linea Chloris – tris antiossidante

In bottega questi sono giorni FOLLI, arrivano e partono cartoni in continuazione, telefonate, mail, il Natale lì in agguato!

Continuo i lavori per presentarvi tutti i nuovi prodotti e proprio ieri sera, alla fine di una giornata sfiancante, ripensavo a tutti gli intoppi che avevamo dovuto superare, a tutte le imperfezioni, al fatto che sono irrimediabilmente in ritardo su una tabella di marcia che anticipa ogni anno un pò di più, il limite massimo per l'”essere pronti per Natale”, enorme Gong pronto a rimbombare sulla testa di ogni  artigiano.

Ad un certo punto bisogna far pace con le proprie imperfezioni, darsi la possibilità dell’errore magari, darsi un respiro che permetta di vedere le cose da un’ottica migliore.

“Vedere tutto rosa” una rivoluzione alla fine di una giornata schiacciante. Ieri sera era così, volevo solo vedere tutto rosa, e oggi posso presentarvi la linea Chloris al completo.

Chloris full (1).jpeg

Insieme alla mousse corpo eccovi l’olio corpo e la crema viso.

La crema viso è un concentrato di olio di canapa, riso, vinaccioli e avocado addizionati con carotene e vitamina E. Un mix di oli vegetali antiossidanti e idratanti miscelati a cera d’api. Rispetto alla mousse corpo Chloris, la crema viso è ancora più leggera e veloce a farsi assorbire dalla pelle. La profumazione richiama sempre quella del sapone Leucàsia, con rosa turca e vaniglia.

A questo punto lasciatemi aprire una parentesi per non dare niente per scontato:
Tutte le creme e mousse (e oli ovviamente) prodotte fin qui per Mirodìa sono anidre, il che significa che non contengono acqua. Questo, come ho già detto, significa che la concentrazione di ingredienti funzionali al benessere della pelle è molto alta. Da qui la consistenza meno fluida rispetto alle creme, tanto da dover essere associate a un massaggio.
Il corretto uso di una preziosa risorsa naturale quali sono gli oli che compongono queste creme, passa dall’uso del buonsenso. Ci sarà probabilmente bisogno di stendere una quantità minore di crema, magari darmi il tempo di vedere la pelle quanta me ne chiede, vedere come la quantità giusta varia nel tempo…

L’olio corpo è un’alternativa alla mousse molto versatile, può essere steso sulla pelle prima, durante, o dopo un bagno caldo, ma può essere usato anche come semplice pretesto per massaggiarsi la pelle immersi nel profumo caldo della rosa.

Per raggiungere un effetto morbido e setoso, non ho voluto rinunciare ad usare anche l’olio di cocco, che col freddo di questi giorni tende ad addensarsi, quindi prima dell’uso lo tengo al caldo o lo agito per miscelare gli oli. L’olio di cocco eventualmente rimasto grumoso si scioglierà tra le dita col calore del corpo.

 

 

Linea Silenòs – Olio corpo

La cosa che più mi piace fare appena ho un pò di tempo, o quando ho bisogno di staccare la spina, riprendere il mio ritmo o semplicemente sgranchire le gambe, è camminare fra gli alberi dei piccoli e preziosi residui di quella che era la grande macchia mediterranea.

Amo particolarmente alcuni boschi dominati dalle querce, circondati da antichi muretti a secco sorprendentemente alti, ma anche i punti in cui la macchia costeggia la riva del mare, con i tronchi di pini e rosmarini ritorta dal lavoro incessante della brezza marina.

Nessuno resta indifferente all’aria pulita e profumata che si respira sotto le fronde di un bosco, tutto è pervaso da un profumo selvatico, un miscuglio che viene dal muschio umido, dalle cortecce, dalle foglie secche che all’ombra mantengono la rugiada per ore. Attraversando quei posti ho avuto voglia di far parte anche io di quel profumo, di mischiarmi meglio con le foglie.

Da qui è nata l’idea che ha preso forma nella linea Silenòs, mitologica rappresentazione del selvaggio, dio dei boschi e precettore di Dioniso.

mirodia_silenos_oliocorpo.jpg

credits: Alessandra Tommasi 2017

 

La profumazione, ispirata al sapone Mente Fresca, è ottenuta da un blend di puri oli essenziali come pino, lavanda, arancio e labdanum.

Il Cistus Ladaniferus, detto anche Ladano o Labdano è una pianta caratteristica del mediterraneo dalla quale si estrae quella che è una delle prime sostanze profumate usate dall’uomo. La prima volta che ho annusato una boccetta di Labdano, grazie a un amico erborista, ho avuto un sussulto, mi si sono rizzati tutti i peli sulla nuca. È stato scioccante come un pugno in faccia, quasi sgradevole all’inizio ma ho subito capito che sarebbe stato amore. Mi sono molto documentato al riguardo scoprendo che è un olio essenziale atossico con proprietà antibatteriche, antimicotiche, immunomodulanti e tanto altro. (prometto un articolo per approfondire l’argomento perché merita).

Ho lavorato tanto per trovare i giusti abbinamenti e una volta ottenuta la profumazione che potesse parlarmi di quel selvatico di cui sopra, l’ho usata per creare la linea Silenòs, della quale oggi vi presento l’olio corpo.

Ho miscelato olio di riso, canapa, vinaccioli e cocco, calibrati per avere un olio leggero, il meno unto possibile (si è capito che odio rimanere unto?) ma che si possa stendere facilmente sulla pelle. Una volta aggiunta anche la combinazione di oli essenziali è venuto fuori un olio corpo energizzante, ideale per le pelli grasse ma ottimo per riequilibrare qualsiasi tipo di pelle, dal profumo particolare, verde, amaro e fresco, ma anche resinoso con un fondo dolce e ‘frizzante’.

 

 

 

Linea Febo – Mousse corpo

La seconda novità che vi presento è la mousse corpo della linea Febo.

La linea Febo è pensata, come il sapone Scacciapensieri, per il trattamento delle pelli secche, alle quali riporta luminosità e morbidezza grazie all’olio di calendula, lenitiva e ricca di mucillagini in grado di regolare l’umidità della pelle; al miele e all’olio di ricino protettivi e nutrienti, agli oli puri di riso, canapa e mandorle dolci che svolgono azione antinfiammatoria e idratante.

febo-corpo.jpeg

La mousse corpo Febo è pensata per creare un velo protettivo sulla pelle, dal dolce profumo dato da vaniglia e arancio dolce, senza però lasciare la pelle unta grazie agli oli di canapa e riso che si lasciano velocemente assorbire lasciando la pelle asciutta.

È anche questa una crema anidra, cioè costituita in massima parte da ingredienti funzionali al benessere della pelle, ma per un trattamento super idratante, basta stendere la mousse sulla pelle umida, subito dopo una perfetta detersione, permettendo così ai grassi della crema di veicolare l’acqua e di renderla disponibile per la pelle.