Scacciapensieri

scaccia_list

 

Olio essenziale di arancio dolce, lievi calendule e miele dorato in un sapone dalla schiuma ricca e avvolgente, per una pelle morbida e istanti di calda, solare serenità.

SAPONE AL MIELE, ARANCIO E CALENDULA
Il caldo Sole del sud illumina le corolle di lievi calendule e i dolci agrumi succulenti, ulivi secolari avvolti in abbracci di fuoco-corteccia dominano la pianura invasa dall’accecante luce color del miele. Scacciapensieri è un sapone solare, in cui si coniugano le proprietà lenitive della calendula officinalis a quelle protettive del miele.
La delicata profumazione agrumata è ottenuta con l’aggiunta di olio essenziale di arancio dolce che svolge un’azione rilassante e distensiva sul sistema nervoso e idratante sulla pelle, ritardando la formazione delle rughe.

INGREDIENTI: Olea europea, Aqua, Sodium hydroxide, Prunus amigdalus dulcis, Cocos nucifera, Ricinus communis, Citrus auruntium dulcis, Citral, Limonene, Mel, Calendula officinalis.

 

scacciapensieri

 

SCACCIAPENSIERI ovvero la sposa e i cavalieri
È il bisogno di sole anche quando non c’è. Scaccia le nuvole dal cielo dei pensieri, rischiara la nebbia di dentro, lo sporco di fuori.
C’è la madre Calendula, la sposa del sole, col suo seme a falce di luna, calendula che cresce piccola e arancione anche quando è freddo per scaldare, lenire, rasserenare gli occhi e il cuore.
Arancia dolce e Limone i cavalieri, portano il velo e adornano la sposa di perle e oro. Danzano al ritmo del walzer di Strauss, profumo ovunque si spande di delizia fiorita. Il limone dona alla sposa una collana di perle, rubata all’abisso coriaceo di mare; l’arancio dolce l’ammanta di oro pomo che Eracle rubò al drago nel giardino delle Esperidi.

Vanno in luna di miele.
La pelle si sposa con l’oro e viaggia col cuore innamorato, si ammorbidiscono le rughe e i muscoli contratti dell’inverno; non c’è più freddo, l’autunno ha lasciato solo dietro sé il colore caldo delle foglie.
Si sveste la sera del pizzo e del velo davanti al focolare sacro fa l’amore col sole partorisce parole come fiori da stelo le ricama come fossero disegni d’aiole.

racconto di Maira Marzioni

Per info e acquisti scrivimi su info@mirodia.it

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...