Preparando l’olio da barba Silenòs

Un giorno tra le fronde dei lecci ho visto soffiare il vento, profumava di verde frizzante e smuoveva i rami e le foglie passando da un albero all’altro.
Il giorno dopo avrei dovuto tenere fede a un’agenda piena di appuntamenti, impegni e chili di sapone da preparare.

Tornato alla base ho deciso di preparare l’olio da barba Silenòs.
Ho preparato olio di vinaccioli spremuto a freddo, leggerissimo e restitutivo, per garantire il mantenimento di una buona idratazione alla pelle, mentre  l’olio di cocco scioglieva a bagnomaria a fuoco lento.
Appena liquefatto l’ho aggiunto perché potesse rinforzare il pelo e ammorbidirlo senza lucidarlo troppo.
Gli oli di riso e di canapa, antiossidanti e antinfiammatori, vengono versati a freddo per preservarne intatte le proprietà, utili per prevenire il prurito tipico della barba in crescita.

IMG_2412.jpg

credits: Alessandra Tommasi 2017

Oli essenziali purificanti di lavanda e pino, arancio che apre il respiro e resina di labdanum, dalle note erbacee ed ambrate che oltre a risultare molto utili a regolare l’eccesso di sebo, danno un profumo persistente ma allo stesso tempo discreto, che accompagna tra gli impegni della giornata tornando di tanto in tanto a farsi sentire, con la sua azione stimolante e tonica.

Un giorno tra le fronde dei lecci ho visto soffiare il vento, un alito l’ho messo in boccetta, per ricordarlo ovunque vada.

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...